Escursioni quotidiane per visitare i due Musei Ferrari, la Casa Museo Pavarotti, il Centro Storico di Modena, l’Acetaia Giuseppe Giusti, Cantina Giacobazzi e Museo, la Cantina Cleto Chiarli e MuSa- Museo della Salumeria Villani.

Il resto del Carlino e Antonio Ghini: "Navetta Discover, nel primo mese già 6mila passaporti"

10/06/2015

Modena, 10 giugno 2015 - OGNI tappa una meraviglia del territorio, tra musei, acetaie, caseifici e due brand globali come il Cavallino e Big Luciano. L’Expo di casa nostra strizza l’occhio a Milano con le sue eccellenze e lo fa grazie all’ambizioso tour ‘Discover Ferrari & Pavarotti Land’: con un biglietto-passaporto da 60 euro è possibile scoprire Modena in ogni sua ricchezza attraverso una ventina di fermate affascinanti. Riuscirà questo progetto a innescare quella rivoluzione turistica per invertire il trend ‘mordi e fuggi’? I veri conti, come sempre, si faranno alla fine, ma il bilancio del primo mese supera ogni più rosea aspettativa. Ed è il suo principale ispiratore, il direttore dei musei Ferrari Antonio Ghini, a commentare i risultati della sua ‘creatura’.

Il passaporto è dotato di un chip che monitora presenze e movimenti dei turisti. Inutile girarci intorno: che numeri hanno registrato a maggio le quattro navette Discover?

«Tutto sta andando nella direzione che ci aspettavamo, anzi sotto certi punti di vista meglio delle previsioni: sono oltre 6mila i passaporti Discover venduti. In particolare, abbiamo una risposta eccezionale dai turisti stranieri in Italia per l’Expo: sulle navette sono saliti tantissimi gruppi di americani, giapponesi, cinesi e tedeschi. E il dato che più ci rende felici è che in diversi casi il biglietto si è tradotto in almeno un pernottamento».

Nei primi giorni vi eravate concentrati sugli orari e sulle criticità di alcune strade. Il mese di rodaggio è servito?

«Discover funziona alla perfezione, tanto che i visitatori restano stupiti per l’efficienza del servizio. Gli orari non subiranno modifiche e soprattutto dalla stazione di Bologna c’è un flusso costante di persone che salgono sulla navetta per Modena. Qualche problema lo riscontriamo alla Mediopadana, dove i fruitori sono davvero pochini, a mio avviso perché il nome della stazione è troppo generico. Determinante è stata infine l’introduzione di quattro percorsi identificati da un colore diverso, in modo che il turista possa scegliere il giro più adatto alle sue esigenze».

Fondamenta la strategia di marketing che c’è dietro Discover.

«A maggio abbiamo avviato una grande campagna di promozione a 360 gradi, che continuerà nelle prossime settimane coinvolgendo tutti gli alberghi della costa romagnola, così come le località del Lago di Garda, a partire dalla funivia del Monte Baldo sopra Malcesine. Stiamo studiando poi tutta una serie di iniziative mirate ai padiglioni Expo di Milano: negli spazi di New Holland, Cnh e Fca c’è già un’intensa attività pubblicitaria, e proprio in queste ore stiamo valutando con Nicoletta Mantovani di creare un pacchetto ad hoc per i clienti del ristorante dedicato a Pavarotti che aprirà in galleria Vittorio Emanuele».

Scarica l'articolo completo de Il Resto del Carlino

Calendario eventi

Ore 19.30 - Aula Magna - Mirella Guicciardi / CUP e CPO

Incontro dal titolo “Il diritto al cibo sano e sicuro: regolamento Cee 1169/2011 in vigore dal 13 dicembre 2014 per la sicurezza dei...

Ore 18.30 - Aula Magna - Davide Dotti / Lectio magistralis

Curatore della mostra “Il cibo nell’arte”, Davide Dotti ci accompagna in un viaggio che parte dal Seicento fino ai giorni nostri in...

Ore 21.30 - Main Stage - Vito Mancuso / Presentazione libro "Io amo".

Ore 18.30 - Aula Magna - Stefano Zocca, Mauro Pizzirani / CUP e CPO

Incontro dal titolo “Frutti modenesi: ciliegie e pere, storia di bontà, succo e passione”.
Condividi facebook share twitter share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner